Violino

Docente: Michela Carù

Giorno: mercoledì

Il corso di violino è rivolto ai bambini dai 6 anni in sù fino agli adulti, che non abbiano necessariamente conoscenze musicali pregresse.

Il violino viene visto da molti come uno strumento complesso e di difficile approccio, ma in realtà non è così. L’importante è partire con lo spirito giusto e con naturalezza, e presto vi accorgerete che il violino sarà in grado di stupirvi.

Il violino è uno strumento molto sensibile, che risponde ad ogni nostro piccolo impulso. Approcciarsi al violino significa imparare ad ascoltare il proprio corpo e modularne i movimenti sulla base del riscontro che abbiamo dallo strumento.

VIOLINO BASE:

– impugnatura dell’arco, con esercizi mirati che favoriscano il mantenimento della posizione corretta

– arcate lunghe per trovare un suono gradevole

– esercizi ad occhi chiusi per imparare ad ascoltare il proprio corpo e il suono prodotto

– esercizi muovendosi nello spazio (es. camminare a ritmo mentre si suona) per migliorare la capacità di coordinazione

– riconoscimento delle varie parti dell’arco e dei relativi simboli

– impostazione della mano sinistra seguendo la posizione che la mano assume naturalmente

– solfeggio ritmico

– lettura delle note sul pentagramma

– impostazione delle dita della mano sinistra (le dita verranno messe una per volta e saranno proposti esercizi progressivi per imparare gradualmente a posizionare il dito nel punto corretto della tastiera). Questo punto è particolarmente importante per lo sviluppo dell’orecchio. Prima di suonare i brani, questi verranno solfeggiati ritmicamente e cantati.

– esercizi per i colpi d’arco (detachèt, legato, staccato, cambi di corda)

– scale e arpeggi in prima posizione (con semplici legature)

– semplici brani del repertorio violinistico e trascrizioni

VIOLINO INTERMEDIO – AVANZATO

– studio delle posizioni (II, III, IV ecc..)

– cambi di posizione (note di passaggio ecc..)

– studio del vibrato, con esercizi specifici

– corde doppie (terze, quarte, quinte, seste, ottave)

– scale e arpeggi a 3 ottave con varie legature

-scale a corde doppie (terze e ottave)

– studi di autori della didattica violinistica (Polo, Sitt, Kreutzer, Rode, Dont ecc..)

– brani del repertorio violinistico, seguendo, quando possibile i gusti dell’allievo