Giada Gallone

FILOSOFIA

Imparare a cantare non significa diventare una celebrità, anzi, la maggior parte delle volte significa sacrificio, confusione, ricerca della propria identità e tanta pazienza.
Quello che rende speciale lo studio del canto è il poter produrre in qualunque momento e in qualunque posto la bellezza con la facilità con la quale si soffia su una candelina. Certo, perché cantare è sempre una festa, anche quando siamo tristi o annoiati, soli o in compagnia, esibendoci o accompagnando le nostre attività giornaliere. Non importa da quale strada la Musica arriva a noi; essa ci insegnerà sempre qualcosa per la nostra vita. Coltivare la propria voce è un po’ come coltivare noi stessi.

Giada Gallone

Curriculum Vitae

Diplomata al Liceo Socio-psico-pedagogico “A. Manzoni” di Varese nel 2012, consegue la Laurea di I livello in Canto presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como nel 2017 e il Master of Arts in Music Pedagogy presso il Conservatorio della Svizzera Italiana nel 2020. Attualmente sta frequentando il corso di Logopedia presso l’Università Statale di Milano.

Le sue prime esperienze sul palcoscenico avvengono all’interno del musical “Aggiungi un posto a tavola” e “La bella e la bestia” (Mrs. Bric) con una compagnia amatoriale che totalizza sold-out per 13 repliche di entrambi gli spettacoli girando teatri quali “Apollonio” di Varese, “Palazzo dei congressi” di Lugano, “ Nuovo” di Milano.

Ha frequentato Masterclass con Delphine Doriolà, Gemma Bertagnolli, Janet Perry, Giovanna Casolla, Barbara Frittoli e Pietro Spagnoli.

Nel 2016 ha debuttato nel ruolo di Suor Infermiera e Suor Dolcina nella produzione di “Suor Angelica” di G. Puccini tenuta al teatro “G. Gavazzeni” di Seriate (BG); nel 2018 nel ruolo di Mamma Lucia all’ “EcoTeatro” di Milano e a “L’Auditorium” di Seregno (MB), avendo occasione di esibirsi presso il Regina Palace Hotel nell’ambito dello Stresa Festival; nel 2020 nel ruolo di Kate Pinkerton in “Madama Butterfly” di G. Puccini al Varese Estense Festival.

Si è esibita come Soprano solista alla Basilica di Lecco cantando la “Petite Messe Solennelle” di G.Rossini e come Contralto nel “Gloria” di A. Vivaldi a Giubiasco e alla Collegiata di Bellinzona (CH).

Inizia la sua attività didattica nel 2016. È attualmente docente di Canto pressoFine modulo la Filarmonica “G.Puccini” di Viggiù, l’Associazione “Musica Musica” di Ispra, la Filarmonica “S.Cecilia” di Gorla Maggiore e il “Jardin Musical” di Bellinzona.

È attiva nell’ambito della ricerca collaborando con il Conservatorio di Losanna per il progetto “AppMe” e cercando di sviluppare un metodo didattico innovativo per studenti con DSA.

Tommaso Perazzo

Ho preso lezioni di pianoforte sotto la guida di Massimo Torre. Le lezioni sono state sempre molto interessanti e utili; ricordo bene anche i saggi a fine corso, prime esperienze importanti di esibizione davanti al pubblico, ricchi di emozione e di divertimento.

Tommaso Perazzo
Stephanie

Mi chiamo Stephanie e ho studiato con Massimo. Mi ha sostenuto e mi ha fatto ridere con i piccoli scherzi che amava fare e mi ha fatto vedere la meraviglia del pianoforte.

Stephanie
Sophie&Mamma

Quello che la scuola MusicaMusica offre e un'esperienza fantastica per Sophie (tre anni e mezzo). Vedo mia figlia crescere con fiducia nelle sue capacità musicali e sviluppare nuove abilità musicali. Viene da insegnanti esperti che si prendono cura di tutta la sua persona.

Sophie&Mama

Send Message to Tim