Pianoforte

Docenti

Lunedì e Mercoledì: Francesca Membretti
Martedì:Max Testa
Giovedì e Venerdì:
Rachele De Maria
Da Lunedì a Sabato Mattina: Carmelo Massimo Torre

Programma del Corso

Primo anno di Pianoforte

L’approccio allo strumento è basato sui quattro modi principali di suonare:

– Suonare a orecchio:

a partire da un percorso di studio di materiale melodico del repertorio popolare: canzoni da 2 a 5 note, canzoni di intervallo, canzoni per l’accordo, canzoni per il ritmo, canzoni per il piacere, a mani alternate, una mano da sola, l’altra, mani unite, melodie con bassi di bordone, ecc.

– Suonar leggendo:

interpretazione della musica scritta su pentagramma e conseguente studio del doppio pentagramma usato per il pianoforte in chiave di Sol e Fa.
Posizione delle note di riferimento: Do centrale, Fa della chiave di Basso e Sol della chiave di violino
Testi di riferimento:
Metodo Europeo di Pianoforte: Fritz Emonts Vol 1°
Corso Facilissimo di Pianoforte: Thompson
Quaderni pedagogici: Edgar Willems
Letture a prima vista: Edgar Willems
Altro materiale relativo al corso e dispense del docente.

– Suonare a memoria:

sosteniamo fin da subito l’idea di allenare la memoria per poter suonare liberamente senza partiture.

– Suonare inventando:

anche questo è un capitolo importantissimo che è bene affrontare fin da subito per offrire all’allievo la consapevolezza che è possibile inventare autonomamente materiale sonoro.
Si partirà da elementi semplici di improvvisazione su scale che non richiedono conoscenze armoniche avanzate come la pentatonica (tasti neri del pianoforte) o scale esatonali (tre tasti neri e tre bianchi), poi su scale maggiori e poi su cadenze di facili accordi (I-I-V-I; I-IV-V-I; eccetera).

Secondo anno:

inserimento del repertorio di difficoltà progressiva rispetto al corso, tratto dalla tradizione pianistica e anche da trascrizioni.
Resta invariato lo schema di lavoro nei quattro approcci sopra citati, aggiungendo il prima possibile il lavoro di musica di insieme, primo tra tutti il quattro mani, ma anche facile musica da camera in trio, quartetto e altro.
Primi brani facili di:
J. S. Bach
L. Mozart
M. Clementi
A. Diabelli
W.A. Mozart
R. Schumann
F. Schubert

Dal Terzo anno:

Progressione di difficoltà relativa al corso e alle attitudini dell’allievo